Stampa

Roma 9 aprile 2016

Convegno del coordinamento Roma ciclabili

Con invito esteso ai candidati sindaco

 Hanno risposto all' invito:

 Stefano Fassina (Sinistra Italiana)

Virginia Raggi (5 stelle)

 

Il moderatore (portavoce del CRC Arch. Roberto Pallottini) ha fatto una premessa spiegando che cos'è il Coordinamento Roma ciclabile da chi è composto ed il suo sostanziale obiettivo: generare, tramite una più moderna mobilità, vantaggi ecologici, di socialità e progressi di economia collettiva.

 Oltre a degli interventi che si possono fare immediatamente a Roma necessita una strategia di programmazione.

Roma è una città che negli ultimi decenni ha raddoppiato il suo territorio a popolazione pressoché costante.

È quindi necessario dare priorità al potenziamento dei mezzi collettivi: completare l'anello ferroviario, la metro C, la metro B fino a Casal Monastero, realizzare 2 nuove linee tranviarie periferiche, corsie preferenziali per i mezzi pubblici, piste e corsie ciclabili con attenzione alla intermodalità.

 Per avere i fondi per queste costose opere, Fassina ipotizza di rinunciare ad altre grandi opere come l’autostrada Pontina  (Roma Latina)

Con un accenno agli incentivi per l'uso della bicicletta per chi la usa per andare al lavoro, ha chiuso il suo intervento raccomandando che la battaglia su questo tema non deve essere corporativa o rivendicativo, ma pensando tutti insieme a migliorare la città.

Ha precisato che sul tema della ciclabilità romana hanno avuto già modo di collaborare con molti dei presenti, ha citato   Marco Pierfranceschi  (per il GRAB ed i dati dell’ECC  sulle frequenze dei percorsi,  utili per stabilire le priorità delle piste da realizzare)

 Ha citato le sue esperienze all' estero (Austria e New York) e temi su cui come opposizione si sono già battuti senza ottenere risultati; come i parcheggi bici nei cortili condominiali, nelle scuole e nelle stazioni della metro per  migliorare l’intermodalità.

Ha ricordato l'esperienza fallita del bike sharing  che dovrebbe urgentemente ripartire con i fondi ricavabili dal  piano (recentemente approvato) dei Cartelli pubblicitari,  come si fa all' estero.

Altro tema autorizzato e dimenticato, ma da riprendere con urgenza, ha detto la Raggi, è il Piano Quadro sulla Ciclabilità approvato nel 2012 (e rimasto solo sulla carta)

Sulla credibilità di quanto ha esposto ha fatto presente che I M5 stelle sono nati proprio per questo:  mettere in atto le promesse non realizzate…

Riprende la parola il coordinatore Pallottini facendo presente dei grossi conflitti che avvengono con le altre realtà nel momento di modificare certe “cattive abitudini”.  La forza delle auto si può facilmente riscontrare dalla quantità di pubblicità che si può notare dappertutto.

Ha poi dato spazio agli interventi di chi si era prenotato per parlare

Repliche:

 

N.B. La sala utilizzata per il convegno, di circa 100 posti era piena di pubblico sia seduto che in piedi.